Bonus patente 2022: requisiti, voucher, date e quanto si può risparmiare

Se siete under 35 allora potete ottenere un voucher fino all’80% del costo sostenuto per conseguire l’abilitazione professionale

patente
bonus
patente

Il decreto Milleproroghe, un decreto che viene emanato dal Governo alla fine dell’anno per posticipare l’entrata in vigore di alcune disposizioni normative e attraverso cui vengono prorogate alcune leggi prossime alla scadenza, porta in dote anche il Bonus patente 2022. (Scopri qui il nostro speciale su come rinnovare la patente di guida e quali documenti preparare).

Il Bonus patente 2022 è il contributo usufruibile dagli under 35 che devono conseguire la patente CQC (Carta di Qualificazione del Conducente) e le abilitazioni obbligatorie per la guida di mezzi superiore a 3,5 tonnellate adibiti al trasporto merci o persone. Quindi, attenzione, non parliamo della patente auto o moto ma delle patenti professionali, utili per far entrare i giovani nel mondo del lavoro e, in questo caso, abilitarli alla guida di mezzi professionali e specifici per trasporti e "lavori pesanti".

Per il conseguimento della CQC merci è necessario seguire un corso di abilitazione della durata di 140 ore.

Se siete under 35 allora potete ottenere un voucher fino all’80% del costo sostenuto per conseguire l’abilitazione professionale (mediamente si spende da un minimo di 2.000 a circa 5.000 euro), per un valore massimo di 2.500 euro.

Lo sconto può essere richiesto una volta soltanto e non costituisce reddito imponibile del beneficiario. È importante sapere che il voucher viene erogato sull'importo sostenuto, quindi non vengono anticipate le cifre per ottenere la patente. Il bonus può essere richiesto dal mese di luglio 2022 e sarà attivabile fino al 31 dicembre 2026.

Per richiedere il voucher sarà necessario inoltrare la domanda, in via telematica, sulla piattaforma informatica predisposta dal Ministero.

Requisiti per richiedere il bonus patente 2022

-Avere la cittadinanza italiana;

-Avere un'età compresa tra i 18 e i 35 anni;

-Essere disoccupati

-Non c'è tetto reddituale: non serve presentare l’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente.