fbpx Alfa Romeo Giulia | Prova su strada

Alfa Romeo Giulia: la prova su strada

Alfa Romeo Giulia Veloce, realizzata sul nuovo pianale Giorgio ed equipaggiata con il 2.0 Turbo Benzina 280 Cv.

Alfa Romeo Giulia

L’Alfa Romeo Giulia è stata capace, fin dal debutto su strada del 2016, di polarizzare consensi unanimi sul piano della guidabilità. Quello che rende davvero speciale la berlina sportiva del Biscione risiede tutto dentro la sua carrozzeria, peraltro espressiva e filante. Ingegneri e progettisti hanno puntato sulle emozioni, e dopo aver provato la versione Veloce da 280 cavalli possiamo dire che non si sono sbagliati. La Giulia Veloce poggia sul nuovo pianale Giorgio, la piattaforma è stata sviluppata da zero ed è costruita con acciai ad alta resistenza; il peso resta contenuto grazie all’ampio utilizzo di alluminio.

Le ottime doti dinamiche derivano anche dal sofisticato schema di sospensioni: l‘anteriore a doppio braccio oscillante con asse di sterzo semi -virtuale e la posteriore Multilink o Alfalink a quattro bracci e mezzo garantiscono infatti un handling impeccabile, un assetto sempre stabile e sicuro ed un inserimento in curva fulmineo. Anche lo sterzo merita un discorso a parte: veloce, diretto e preciso, grazie alla presenza di una scatola guida elettrica con motore coassiale montato davanti al propulsore, in modo da abbassare ulteriormente il baricentro della vettura. La trazione è rigorosamente posteriore.

ESTERNI E INTERNI

La Giulia è la berlina a quattro porte a trazione posteriore che ha segnato la rinascita del marchio italiano. Ha linee esterne grintose ed eleganti, un linguaggio stilistico che parla di dinamicità, emozioni e – nelle versioni più potenti – di vera cattiveria. A fine 2019 è stata sottoposta ad un restyling che ha aggiornato alcuni particolari rinfrescandone la linea senza stravolgerla.

L’abitacolo è ben fatto, moderno e ospitale per quattro, mentre il quinto passeggero è un po' sacrificato dalla presenza del tunnel centrale. Il restyling del 2019 ha aggiunto gli ausili elettronici per la guida semi-autonoma di livello 2 e un nuovo impianto multimediale dotato di schermo a sfioramento con dotato di icone widget posizionabili a piacimento. L’allestimento Veloce comprende i sedili in pelle, i cerchi di 20”, i paraurti in colore con la carrozzeria e tutti i sistemi di assistenza alla guida.

 

 

COME SI GUIDA L'ALFA ROMEO GIULIA

La protagonista della nostra prova è l’Alfa Romeo Giulia 2.0 Turbo Veloce TI equipaggiata col motore benzina 2.0 Turbo da 280 Cv. Un motore che alla prova dei fatti guadagna giri che è un piacere, coinvolge per le prestazioni con una spinta notevole lungo tutto l’arco di giri e per il classico sound baritonale Alfa Romeo. Lo 0-100 km/h viene archiviato in appena 5”2, mentre la velocità massima è di 240 km/h. Alle alte prestazioni contribuisce anche il cambio automatico ZF ad 8 rapporti, utilizzabile anche attraverso i paddle in alluminio fissi al piantone. La leva invece deve essere tirata per salire di rapporto e spinta per scalare, come sulle auto da competizione.

La Giulia Veloce è in grado di far divertire chi siede dietro al volante. Il motore inizia a sprigionare i suoi 400 Nm di coppia sotto i 2.000 giri, per poi dare il meglio fino alla zona rossa del contagiri fissata a 6.000 giri. Il cambio ZF è veloce nelle cambiate, e l’assetto non è certo da meno. Nell’handling si può apprezzare il lavoro della sospensione posteriore che consente alla Giulia di andare facilmente in appoggio, regalando una confortante sensazione di stabilità al guidatore. Stesso discorso all’anteriore, con l’ottimo comportamento che permette di copiare l’asfalto grazie alla capacità di contenimento nei trasferimenti di carico, trasferendo sullo sterzo ogni minimo particolare su ciò che accade sotto alle ruote. Quest’ultimo, rapido e comunicativo, si adatta perfettamente alla guida più sportiva.

ALFA ROMEO GIULIA, PREGI E DIFETTI

Piace: Guida, sterzo e stabilità entusiasmano; cambio, veloce e fluido negli innesti; abitacolo, ora è da premium doc.

Non piace: Esp, un peccato non poterlo disinserire; retrocamera, migliorata ma non troppo; fari, non ci sono i full Led.

 

SCHEDA TECNICA ALFA ROMEO GIULIA 2.0 TURBO 280 CV AT8 AWD Q4 VELOCE

Motore e trasmissione: 4 cilindri in linea.

Cilindrata: 1.995 cmc. 

Alimentazione benzina.

Potenza: 280 Cv - 206 KW, coppia max 400 Nm.

Trazione: integrale.

Cambio automatico 8 rapporti.

Dimensioni (mm): lunghezza 4.650, larghezza senza specchietti 1.860, a specchietti aperti 2.024, altezza min/max 1.411/1.438, passo 2.820.

Bagagliaio 480 litri.

Massa a vuoto (senza liquidi e conducente): 1.530 kg.

Prestazioni: accelerazione 0-100 km/h 5,2 secondi.

 Velocità massima: 240 km/h.

Emissioni CO2: 152 g/km.

Consumo misto dichiarato: 6,9 l/100 km.

Prezzo: a partire da 57.300 euro.

 

Clicca per richiedere informazioni sulla Alfa Romeo Giulia Veloce