fbpx Dove rinnovare la patente di guida? | CHEAUTOCOMPRO

Dove rinnovare la patente

Dove andare per il rinnovo della patente di guida

A partire dal 2019, la scadenza della patente coincide con il compleanno dell’intestatario, in questo modo è più semplice e facile da ricordare. La norma, però, non è automatica: si applica a partire dai rinnovi fatti a partire dal 2019, per i quali vale ancora la data di scadenza riportata sul documento o sul tagliandino dell’ultimo rinnovo. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha chiarito che bisogna rinnovare la patente rispettando la scadenza segnata sul documento, e che la “regola del compleanno” si applica a partire dal rinnovo successivo.

Ogni quanto va rinnovata la patente?

Il rinnovo della patente di guida varia in relazione all’età della persona e alla tipologia di patente che si possiede. Riassumiamo rapidamente i casi: Rinnovo patente A (ogni 10 anni fino ai 50 anni di età, ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni, ogni 3 anni dopo i 70 anni); rinnovo patente B (ogni 10 anni fino ai 50 anni di età, ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni, ogni 3 anni dopo i 70 anni); rinnovo patente C (ogni 5 anni fino ai 65 anni di età, ogni 2 anni dopo i 65 anni); rinnovo patente D (ogni 5 anni fino ai 60 anni di età, rinnovo ogni anno dopo i 60 anni). La patente di categoria E ha la stessa validità della patente a cui è associata (BE, CE, e così via).

Dove si rinnova la patente?

A partire dal 2012 il rinnovo della patente è più semplice, dal momento che è stato abolito l’obbligo di effettuare la visita presso una commissione medica locale. Le modalità e le procedure di rinnovo sono quelle previste dall’articolo 119 del Codice della Strada. Naturalmente, il rinnovo è legato alla visita medica di idoneità: al termine della visita medica, se il dirigente medico non riscontra patologie invalidanti o che possano precludere il giudizio di idoneità, redigerà il certificato medico che attesta il possesso dei requisiti psico-fisici minimi per ottenere il rinnovo della patente di guida.

Effettuare le pratica di rinnovo presso La ASL è la scelta più economica, ma al tempo stesso è quella che necessita di più tempo dovendo sottostare al calendario e alle tempistiche degli uffici della sanità pubblica. che puoi fare se vuoi risparmiare in termini di denaro, non certo di tempo. Alla visita medica da pagare presso la struttura sanitaria, vanno aggiunti due bollettini postali per un totale di 26,20 euro ai quali vanno aggiunti 6,80 euro per la spedizione della nuova patente. In questa maniera i costi si aggirano intorno ai 60/90 euro.

La visita medica per il rinnovo è considerata "extra-LEA", ovvero non è un obbligo delle ASL ed è pertanto necessario informarsi se l’ASL di appartenenza le effettua o meno. L’alternativa è rinnovare la patente presso una scuola guida, agenzia di pratiche auto o sede ACI. I costi sono leggermente più alti ma si evita tutta le trafile tipiche della burocrazia. Penserà l’agenzia a fissare la visita medica, così come effettuare i pagamenti necessari. Ovviamente in questo caso il costo per il rinnovo della patente è maggiore perché, oltre ai costi per la visita medica, si aggiungono quelli per il servizio offerto dalla scuola guida o dall’agenzia. I costi variano da caso in caso, generalmente si aggirano tra i 100/130 euro tutto compreso. Il tempo risparmiato è però notevole.

I tempi di consegna

Non ci sono più i vecchi bollini da applicare alla patente: dopo la visita si dovrà attendere l’arrivo della nuova patente a casa. Secondo il Ministero dei Trasporti occorrono generalmente dai 3 ai 4 giorni per ricevere la nuova patente, a partire dal giorno in cui è stata effettuata la visita; tutto avviene per via telematica. La nuova patente arriverà tramite posta assicurata.