fbpx Rinnovo patente: le nuove regole | CHEAUTOCOMPRO

Rinnovo patente: le nuove regole

Tutto quello che c'è da sapere

Essere in regola con la scadenza della patente è fondamentale, in caso contrario è prevista una multa compresa tra 155,00 a 624,00 euro, alla quale va aggiunta la sanzione accessoria della sospensione della patente. Bisogna inoltre tener presente che, in caso di incidente, l’assicurazione di un conducente che guida con la patente scaduta e che si trova in torto, pagherebbe i danni causati ma potrebbe rivalersi sul proprio assicurato. Le procedure di rinnovo della patente sono cambiate più volte nel corso degli anni, vediamo cosa fare.

 

Tempi e scadenze

Le scadenze della patente di guida – e il conseguente rinnovo – dipendono dall’età deI soggetto e dalla tipologia della licenza posseduta. Per praticità vediamo caso per caso quando rinnovare la patente:

- Rinnovo patente A: ogni 10 anni fino ai 50 anni di età, ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni, ogni 3 anni dopo i 70 anni.
- Rinnovo patente B: ogni 10 anni fino ai 50 anni di età, ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni, ogni 3 anni dopo i 70 anni.
- Rinnovo patente C: ogni 5 anni fino ai 65 anni di età, ogni 2 anni dopo i 65 anni.
- Rinnovo patente D: ogni 5 anni fino ai 60 anni di età, rinnovo ogni anno dopo i 60 anni.
- La patente di categoria E ha la stessa validità della patente a cui è associata (BE, CE, e così via).

È molto importante prestare attenzione alla validità della patente: se è scaduta da più di tre anni non è più possibile rinnovarla e diventa necessario conseguirla nuovamente da capo, con tanto di esame teorico e di esame pratico. Per facilitare le cose, a partire dalle patenti rilasciate o rinnovate dal 19 gennaio 2013 e limitatamente a quelle di categoria A e B - la data di scadenza coincide con il giorno del proprio compleanno in virtù del decreto legge 9 febbraio 2012 articolo 7. 

Nessun cambiamento, invece, per le altre categorie, per le quali la scadenza coincide con quella di rilascio. I titolari di patente che hanno superato gli ottanta anni di età devono rinnovare il documento ogni due anni, e beneficiano della norma introdotta nel 2012 dal decreto Semplifica Italia, che ha abolito la visita medica da tenersi presso una commissione medica locale. Le modalità della visita e le procedure di rinnovo sono sempre quelle previste dall’articolo 119 del Codice della Strada.

 

Procedura e documenti per il rinnovo

Per rinnovare la patente è necessario innanzitutto effettuare due pagamenti tramite bollettini postali: uno da 10,20 euro sul C/C 9001 intestato al Dipartimento dei Trasporti Terrestri, l’altro da 16,00 euro a titolo di imposta di bollo sul C7C 4028. Per chi preferisce la modalità online è possibile effettuare i pagamenti tramite il Portale dell’Automobilista.La visita medica, invece, si paga direttamente presso la struttura sanitaria o presso il medico legale abilitato. Occorre avere con sé: la patente da rinnovare, la carta d’identità o il passaporto, la tessera sanitaria, due foto formato tessera uguali, la ricevuta dei versamenti effettuati tramite bollettini postali, le certificazioni di eventuali patologie e occhiali da vista.

Se si effettua il rinnovo presso una scuola guida o presso un’agenzia di pratiche auto saranno queste ultime ad effettuare i pagamenti dei bollettini. Sostenuta la visita medica – e ottenuta l’idoneità psico-fisica – viene rilasciato un documento provvisorio valido sessanta giorni che attesta l’avvenuto rinnovo, valido per circolare fino all’arrivo del documento definitivo, che viene spedito via posta. Attenzione: il documento provvisorio vale solo in Italia e non all’estero, meglio quindi tenerlo in considerazione in previsione di eventuali viaggi. In occasione dei rinnovi, le vecchie patenti di carta vengono sostituite con le nuove, in plastica e in formato tessera.

 

Dove rinnovare la patente e i costi

Quanto costa rinnovare la patente di guida? Il calcolo varia a seconda della procedura seguita, se si preferisce – ad esempio – rivolgersi ad un’agenzia o ad una scuola guida oppure se si opta per fare tutto da sé. Nel primo caso, ovviamente, ai costi base vanno aggiunte anche le competenze dell’agenzia, arrivando a circa 100/120 euro, ma in questo modo si risparmia tempo concentrando tutte le incombenze – visita medica inclusa – in un’unica volta. 

La visita medica può anche essere effettuata presso l’Unità Sanitaria Territoriale delle Ferrovie, un medico del Corpo dei Vigili del Fuoco o uno studio medico autorizzato dalla motorizzazione. Si spende meno effettuando la visita medica alla ASL, alla quale vanno poi aggiunti i due bollettini postali per un totale di 26,20 euro, e 6,80 euro per la spedizione della nuova patente. In questa maniera i costi si aggirano intorno ai 60/90 euro. 

 

Rinnovo della patente: i tempi

I tempi previsti dal Ministero dei Trasporti per ricevere la patente rinnovata presso il proprio domicilio sono 3 o 4 giorni a decorrere dalla data in cui è stata effettuata la visita. La nuova patente viene spedita tramite posta assicurata, il cui costo viene versato insieme a quelli per il rinnovo. Nel caso in cui non si dovesse ricevere nuova patente entro quindici giorni dalla visita medica è necessario contattare uno dei due seguenti numeri:

- il numero verde di Poste Italiane, dedicato al servizio di “Stampa e consegna patenti e libretti di circolazione”, disponibile 7 giorni su 7 a qualsiasi ora al numero 800979416. Il numero risulta accessibile solo da telefono fisso.
- il numero verde del Ministero dei Trasporti, 800232323, accessibile dalle 8.30 alle 14.00 e dalle 14.30 alle 17.30 dal lunedì al venerdì.

Il numero è raggiungibile anche da telefoni cellulari e può essere contattato anche per ottenere una serie di info utili relative al rinnovo della patente.

 

Rinnovo patente italiana all'estero

La circolare n.30/99 del Ministero dei Trasporti prevede che nel momento in cui il titolare di una patente italiana stabilisce la propria residenza in uno Stato membro dell’Unione Europea, possa rinnovare la licenza di guida esclusivamente da un’autorità dello Stato in cui ha sede la nuova residenza, in particolare presso gli uffici consolari.

La stessa procedura è valida per i cittadini italiani che soggiornano in uno Stato extra UE regolarmente iscritti all’ A.I.R.E.: il rinnovo della patente viene effettuato presso le autorità diplomatico-consolari, a condizione che la patente sia scaduta da meno di 3 anni o che non sia stata revocata in seguito ad una conversione con una patente straniera.

 

Rinnovo patente speciale

La patente speciale è un documento che viene rilasciato a persone invalide per condurre un veicolo di categoria A, B, C o D, purché opportunamente adattato nei comandi in relazione al tipo di disabilità motoria come prescritto da un’apposita commissione medica locale.Il rinnovo di una patente speciale prevede una visita medica da tenersi presso una commissione medica locale.

La scadenza è generalmente fissata in cinque anni, ma la commissione ha la facoltà di ridurre questo periodo se sussistono patologie in corso, indicando la nuova durata della patente speciale sul certificato medico rilasciato al conducente.La patente speciale si intende rinnovata con il rilascio del nuovo certificato medico della commissione locale in un periodo compreso tra i 90 e i 120 giorni dalla visita. Il conducente riceverà a casa un tagliando adesivo con il rinnovo da applicare sulla propria patente.