Emissioni CO2: auto elettriche vs auto a benzina

Secondo un recente rapporto un veicolo elettrico emette meno CO2 rispetto ad uno a benzina in grado di percorrere 37 km al litro...

Sempre acceso il dibattito sull'ipotesi che i veicoli elettrici emettono più CO2 rispetto alle auto con motore termico in quanto l'energia elettrica immagazzinata nelle batterie della auto ad emissioni zero sarebbe comunque prodotta dallo sfruttamento del carbone, del gas e del greggio. Stando a quanto dichiarato da un recente rapporto pubblicato dalla Union of Concerned Scientists degli Stati Uniti, le emissioni delle migliori auto elettriche sono inferiori a quelle di una vettura benzina con consumi medi che si attestano sui 37 chilometri al litro. Ma per alcuni lo studio presenta due grandi limiti.

Il metodo utilizzato nello studio
Come sono state confrontate le emissioni di CO2 tra le due diverse tipologie di auto? Per paragonare i diversi livelli di  emissioni di CO2, gli scienziati hanno analizzato tutte le emissioni legate al rifornimento e alla guida di entrambi i tipi di veicoli. Per le auto a benzina sono state considerate le emissioni relative all'estrazione del petrolio, al trasferimento del greggio in raffineria, alla raffinazione necessaria alla produzione della benzina, al trasporto della benzina nelle stazioni di rifornimento e, infine, sono state calcolate anche le emissioni dirette del processo di  combustione della benzina durante la marcia. Per i veicoli elettrici il calcolo comprende le emissioni delle centrali elettriche alimentate a carbone, gas naturale e ad altri combustibili fossili. I dati sono basati sulle stime delle emissioni per la produzione di benzina e carburanti dell'Argonne National Laboratory e dai rapporti sulle emissioni delle centrali elettriche rilasciati dall'Epa, l'Agenzia statunitense per la protezione dell'ambiente, dati pubblicati lo scorso gennaio 2020 e chesi riferiscono alle emissioni delle centrali elettriche statunitensi rilevate nel 2018. Ogni Stato americano utilizza diverse fonti di energia per produrre elettricità: nucleare, carbone, gas metano. Questo significa che guidare un'auto elettrica in Ohio produce emissioni di CO2 differenti dal guidare un'auto elettrica nel New Jersey o nel Vermont. Ad esempio, utilizzare una delle auto elettriche più efficienti nella regione dell'Upstate New York produce solo un decimo delle emissioni di CO2 rispetto a quelle prodotte dalla media delle auto a benzina. Ma esistono anche delle differenze tra un'auto elettrica ed un'altra, tanto che la Union of Concerned Scientists ha calcolato sia le emissioni dell'auto elettrica "media" sia quelle delle auto elettriche migliori e più efficienti. Un'auto elettrica di fascia media guidata nel nord del Minnesota produce emissioni paragonabili ad una auto a benzina che percorre 16,5 chilometri con un litro, mentre la stessa auto elettrica di fascia media utilizzata in California produce emissioni paragonabili ad una ipotetica auto a benzina in grado di percorrere 51,8 al litro. Per quanto riguarda le auto elettriche più efficienti, se guidate sempre in Minnesota, queste equivalgono ad un'auto benzina da 22 al litro, mentre in California ad un'ipotetica benzina da 68,4 chilometri al litro. La media dei veicoli elettrici oggi circolanti negli Stati Uniti produce emissioni di CO2 riscontrabili nelle auto a benzina in grado di percorre 37,4 chilometri al litro.

I limiti dello studio
Lo studio della Union of Concerned Scientists è interessante, ma presenta due grandi limiti. Il primo consiste nell'aver preso in considerazione la produzione di energia elettrica negli Stati Uniti del 2018, produzione che, a detta degli studiosi interpellati, in quel determinato anno risultò molto sbilanciata con il 35% di elettricità prodotta da gas, il 27% da carbone, il 19% da nucleare, il 17% da rinnovabili e il restante 2% da altre fonti. In altri paesi con produzioni energetiche differenti, i risultati di questo studio non sono applicabili e potrebbero tendere maggiormente a favore delle auto elettriche, oppure a loro sfavore. Il secondo grande limite, forse ingiustificato, dello studio in questione è il non prendere in considerazione le emissioni di CO2 derivanti dalla produzione dell'auto stessa. In questo caso i numeri sarebbero ben diversi in quanto per produrre le auto elettriche, ma, soprattutto, le batterie, attualmente viene consumata molta energia.