fbpx Auto elettriche e ibride plug-in: più risparmio | CHEAUTOCOMPRO

Le auto elettriche e ibride plug-in costano meno in manutenzione e uso

Uno studio di Consumer Reports afferma che i proprietari di veicoli elettrici e ibridi plug-in risparmiano la metà in manutenzione e riparazioni ordinarie e spendono meno in costi al chilometro

Tema assai caldo di questi tempi sono le vetture a basse emissioni, elettriche e ibride soprattutto plug-in, e gli effettivi risparmi destinati a chi scelga di acquistarle. Sul tema è intervenuta anche la rivista dell’Unione Consumatori statunitense, Consumer Reports, con uno studio sull’effettivo costo/risparmio riguardo queste vetture; la ricerca afferma come in effetti queste all’anno costino oltre la metà in meno per manutenzione e riparazioni ordinarie e abbiano costi al chilometro e di gestione inferiori.

I dati

Lo scopo della ricerca era simulare la vita di una vettura e la conseguente usura, motivo per cui sono stati condotti test su vetture Ev, Phev e termiche guidate ognuna per oltre 200.000 km. Come primo risultato è emerso che il costo al chilometro più basso è quello delle ibride plug-in con una media sulla vita totale della macchina di 0,030 dollari; le Ev invece costano 0,031 dollari/km e le termiche 0,061 dollari/km.

I dati parziali vedono in prima posizione le Ev tra gli 0 e i 50.000 km con 0,012 dollari/km, seconde le Phev con 0,021 dollari/km e terze le termiche con 0,028 dollari/km. Tra 50 e 100.000 km 0,028 dollari/km le Ev, 0,031 le Phev e 0,060 dollari/km le termiche. E infine tra le 100 e 200.000 mila 0,033 dollari/km le Phev, 0,043 dollari/km le Ev e 0,079 dollari/km le termiche. Oltre a questo lo studio ha dimostrato che i costi di manutenzione e riparazioni ordinarie più bassi sono quelli di Ev e Phev, con 4.600 dollari, mentre le termiche arrivano al doppio, con una media di 9.200 dollari.

 

Allo studio di Consumer Reports si aggiunge quello di Ecoverso, associazione di acquisto solidale con l’obiettivo di acquistare in gruppo vetture ibride ed elettriche. Al fine di riportare dati quanto più attendibili possibili e vicini alla realtà, l’associazione ha preso in considerazione parametri come il costo del carburante, la manutenzione, il bollo, l’assicurazione ed anche la possibilità di parcheggiare gratuitamente in alcune zone della città. Lo studio ha restituito i seguenti dati: il costo annuo di un’auto ibrida è di circa 1.560 euro, ossia il 49% in meno rispetto a una corrispondente vettura termica, mentre un’elettrica ha un costo di 855 euro in 12 mesi, vale a dire il 72% in meno di una con motore endotermico. Il carburante per un anno solare passa da 1.400 euro per una vettura benzina o diesel a 960 euro per un’ibrida. Sono sufficienti 555 euro per un’elettrica collegata ad una colonnina. Il risparmio concerne anche la manutenzione: un’ibrida costa i due terzi (200 euro contro 300) e un’elettrica costa la metà di un’ibrida, quindi un terzo di una termica. Stesse proporzioni per il costo annuo dell’assicurazione: 600 euro per le termiche, 400 per le ibride e 200 per le EV. I costi complessivi in due anni o 30.000 km per mantenere un’auto ibrida sono di 2.520 euro e di 1.410 euro per le BEV, rispettivamente il 44% ed il 69% in meno di una vettura con motore tradizionale.

I commenti

La rivista Consumer Reports ha commentato tramite Chris Arto, senior transportation policy analyst: «I proprietari di Ev non hanno bisogno del 50% di sconto dalla Casa per le revisioni o cose simili, sono già comprese nel pacchetto! E inoltre le elettriche hanno bisogno di meno manutenzione rispetto alle vetture normali». Il collega Gaby Sheran, direttore dell’Auto test Center di CR, ha poi aggiunto: «Le Ev sono più facili ed economiche da gestire e come se non bastasse la maggioranza ha delle accelerazioni superiori rispetto alle termiche normali».

Il minor impatto ambientale

Parliamo anche di mobilità sostenibile: considerando un chilometraggio annuo di 15.000 km, secondo lo studio Ecoverso le emissioni di CO2 si abbassano da 120 a 80 g/km nel caso di un'auto ibrida, mentre si azzerano in caso di vettura a... zero emissioni, appunto. Questi sono dati estremamente importanti che permetterebbero di diminuire lo smog in città e di respirare un'aria migliore, dal momento che l'inquinamento di un'auto elettrica in marcia è nullo, anche se non si può dire lo stesso per quanto concerne produzione e smaltimento delle batterie (al link tutti gli approfondimenti del caso).