fbpx Che auto nuova compro con 15.000 euro? Ecco i consigli

Che auto nuova compro con 15.000 euro?

Quali modelli sono disponibili sul mercato intorno ai 15.000 euro? Numerose case automobilistiche offrono alternative ricche di tecnologia e assistenti alla guida che rispettano, o superano di poco, la soglia di prezzo che ci interessa

Renault Clio 2020

La continua evoluzione tecnica e tecnologia nel mondo delle quattro ruote (e non solo) ha permesso anche ai modelli di fascia media di offrire contenuti interessanti, come display per la gestione dell’infotainment, prese USB, assistenti alla guida e motorizzazioni elettrificate. Il mercato offre numerose alternative a seconda della cifra che si vuole spendere per l’acquisto di un veicolo nuovo: vi abbiamo già proposto i migliori SUV sotto i 20.000 euro o intorno ai 30.000 euro e le auto ibride entro i 20.000 euro. Oggi parliamo di auto in generale e abbiamo selezionato i modelli più interessanti che si possono comprare con 15.000 euro.

Citroën C3

Per il 2020, dopo quattro anni di attività della passata generazione, la Citroën C3 ha subìto un leggero restyling. Le linee generali della vettura sono molto simili, ma la parte frontale è stata ridisegnata e le dona un aspetto più da crossover. Nel complesso, il design è sempre tondeggiante e c’è una nuova griglia cromata che si estende dal logo della Casa fino ai gruppi ottici a LED, leggermente più spigolosi. Confermati gli airbump laterali e, su alcune versioni, i passaruota in nero sono più grandi. L’estetica si può personalizzare fino a 96 combinazioni tra colore della scocca, del tetto, decorazioni e Color Pack.

Dentro le portiere, i tecnici francesi hanno aumentato lo spessore della schiuma sotto il tessuto dei sedili (da 2 mm a 15 mm) per rendere più confortevole la seduta e, durante le manovre di parcheggio, si possono sfruttare i sensori anteriori. La gamma motori è composta da due benzina 3 cilindri, da 83 CV o da 110 CV (quest'ultima anche con cambio automatico EAT6), e un diesel BlueHDi 100 CV, disponibile esclusivamente con trasmissione manuale a 5 rapporti. La nuova Citroën C3 arriverà sul mercato italiano entro la metà del 2020. Il prezzo non è ancora stato dichiarato, ma ci aspettiamo sia molto vicino a quello del M.Y. 2019, che parte da 13.900 euro: magari in fase di lancio sarà possibile usufruire di uno sconto dedicato e limitato ai primi mesi di vendita.

 

Dacia Duster

Il SUV della Casa rumena continua a conquistare gli appassionati per lo stile semplice e per i contenuti essenziali ad un prezzo vincente. La seconda generazione è arrivata nel 2018 ed è confermata per i prossimi anni: con 15.500 euro si può puntare alla versione top di gamma, la Comfort, con motore benzina TCe 100 CV. Il prezzo lievita di poco per il TCe bi-fuel GPL, che parte da 15.850 euro. Senza aggiungere strani optional, questo allestimento in Blue Navy (colore di serie) è proposto con i cerchi in lega da 16”, i sensori di posteggio posteriori, il display da 7” per la gestione dell’infotainment e il Navigatore Media Nav Evolution, lo Hill Star Assist, il climatizzatore manuale, il Cruise Control e il volante regolabile in profondità e altezza.

 

Fiat Panda

La collaudatissima Fiat Panda continua ad essere una valida alternativa come auto da tutti i giorni, pratica e confortevole. La Casa torinese offre numerosi allestimenti, ma il più economico è il Pop, che parte da 11.600 euro. Se si vuole stare sui 15.000 euro, è sicuramente più interessante la Lounge (da 13.600 euro) o la City Cross (da 15.100 euro). Quest’ultima monta di serie i cerchi da 15”, il sistema infotelematico Radio Uconnect Mobile DAB con Bluetooth e comandi al volante e il paraurti con skid plate in tinta con la carrozzeria.

Sempre a partire da 15.100, va segnalata la nuovissima Panda Hybrid, spinta dal motore FireFly 1.0 tre cilindri a iniezione diretta da 69 CV, supportato da un elettrico BSG (Belt Integrated Starter Generator) da circa 5 CV. Oltre all’interessante prezzo d’attacco si possono sfruttare i vantaggi di una vettura elettrificata (qui tutti i dettagli), infatti è omologata come ibrida.

 

Fiat 500

La nuova Fiat 500 riesce a tenere il passo della Panda, ma solo per quanto riguarda l’allestimento base Pop con motore Hybrid. Si tratta di una mild hybrid spinta da un 1.0 FireFly da 69 CV e da un piccolo propulsore elettrico, che funge anche da alternatore e motorino da avviamento. Questa versione monta cerchi in acciaio da 14” con copriruota, luci diurne LED, climatizzatore manuale e volante regolabile in altezza. Per non sforare i 15.150 euro bisogna accontentarsi della tinta Grigio Carrara.

 

Ford Fiesta

L’ultima generazione della segmento B americana ha debuttato sul mercato nel 2016 e, già nell’allestimento di partenza Connect, si presenta molto completa. Il look grintoso e slanciato la rende molto giovanile (merito anche della colorazione di serie Race Red) e viene proposta nella variante a cinque porte. Cerchi in acciaio da 16” con copriruota, specchietti retrovisori elettrici in tinta riscaldabili con indicatore di direzione, luci diurne anteriori a LED, fari automatici e gruppi ottici posteriori a LED.

La Ford Fiesta propone anche lo Start&Stop, il climatizzatore manuale, la chiusura centralizzata, il cruise control, il selettore modalità di guida, il display touch da 8” con sistema SYNC 2.5 e due prese USB. Il prezzo è superiore alle concorrenti sopra elencate: con il motore 1.1 benzina da 75 CV e cambio automatico siamo sui 17.050 euro, ma ci sono interessanti Ecoincentivi offerti dalla Casa per scendere fino a 13.100 euro.

 

Opel Corsa

La Opel Corsa è stata rinnovata da cima a fondo e viene anche proposta in una versione 100% elettrica. Le dimensioni crescono leggermente in lunghezza e in larghezza, ma l’altezza cala di 4,8 cm. Il look dalle linee tondeggianti trasmette sportività fin dal primo sguardo, nonostante la scocca sia disponibile solo a cinque porte. Anche gli interni sono stati rivoluzionati con i sistemi più moderni della Casa tedesca e i dettagli curati.

La versione base è disponibile con motore benzina 1.2 da 75 CV e cambio manuale a 5 rapporti e offre di serie numerosi assistenti alla guida, tra cui il Riconoscimento segnali stradali, la Frenata automatica d’emergenza con riconoscimento vetture e pedoni e il Lane Keep Assist. Il sistema di infotainment è composto dalla Radio touch 5" con DAB+ e Bluetooth. La colorazione di serie è la Orange Fizz e questo allestimento monta i cerchi da 15” con copriruota Silver. Il prezzo chiavi in mano della nuova Opel parte da 14.850 euro.

 

Renault Clio

Anche Renault torna all’attacco del segmento B con la nuova Clio, presentata a inizio 2019. La compatta francese si fa notare con un’estetica ispirata alla sorella maggiore Megane e con una lunghezza ridotta di 1,4 cm (4,04 m) rispetto alla generazione passata.

La Clio Life, la versione di partenza, parte da 15.000 euro: per non superare questa cifra bisogna accontentarsi della tinta Grigio Road e dei cerchi in acciaio da 15” con copriruota Iremia, ma i gruppi ottici sono Full LED. Gli interni in tessuto sono affiancati dal Driver display da 4,2'' e dalla Radio R&GO DAB. I tecnici Renault non hanno tralasciato la questione sicurezza: tanti gli assistenti alla guida di serie, come l’Active Emergency Brake, il Lane Departure Warning con Lane Keep Assist e il Distance Warning.

Sotto al cofano c’è un 1.0 litri SCe 65 CV tre cilindri, alimentato a benzina e affiancato da un cambio manuale a 5 marce. Ovviamente è possibile rendere ancora più ricca la nuova Renault Clio, ma il prezzo lievita a seconda degli optional che si scelgono: lo step successivo è l’allestimento Zen, che parte da 16.950 euro.